Corto Sconto

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Segreti, leggende, magia: ogni angolo, ogni pietra, ogni
portone di Venezia canta al visitatore la ricchezza della
propria storia. replica questa melodia in sette originali itinerari
- ampiamente illustrati e ricchi di consigli pratici - per insinuarsi,
assecondando le correnti dei canali veneziani, nei luoghi
fantastici e più seducenti della città di Corto Maltese.

“Ci sono a Venezia tre luoghi magici e nascosti . Uno in calle dell’Amor degli Amici ; un secondo vicino al ponte delle Meravegie; il terzo in calle dei Marrani, nei pressi di San Geremia in Ghetto Vecchio. Quando i veneziani sono stanchi delle autorità costituite vanno in questi tre luoghi segreti, e aprendo le porte che stanno nel fondo di quelle corti se ne vanno per sempre in posti bellissimi e in altre storie.”
Hugo Pratt, Corte Sconta detta Arcana

Hugo Pratt non ha mai fatto mistero di considerare Venezia il centro del mondo; e nel suo centro del mondo, tra corti sconte e antichi monumenti, giardini segreti ed echi di mondi lontani, passeggiava insieme agli amici più cari . Per chi lo accompagnava era impossibile restare indifferente al fascino della città, perché raccontata da Pratt, Venezia risplendeva in ogni minimo dettaglio, trionfante di bellezza e di mistero. Guido Fuga e Lele Vianello facevano parte della fortunata compagnia, e hanno voluto raccontare trent’anni di passeggiate attraverso sette itinerari : sette “porte” da attraversare per raggiungere calli e campielli segreti, scoprire scorci e panorami indimenticabili, gustare il meglio della cucina veneziana e allontanarsi finalmente dai classici flussi turistici, per perdersi dolcemente nel le affascinanti storie della città più bella del mondo.

Segreti, leggende, magia: ogni angolo, ogni pietra, ogni
portone di Venezia canta al visitatore la ricchezza della
propria storia. replica questa melodia in sette originali itinerari
- ampiamente illustrati e ricchi di consigli pratici - per insinuarsi,
assecondando le correnti dei canali veneziani, nei luoghi
fantastici e più seducenti della città di Corto Maltese.

“Ci sono a Venezia tre luoghi magici e nascosti . Uno in calle dell’Amor degli Amici ; un secondo vicino al ponte delle Meravegie; il terzo in calle dei Marrani, nei pressi di San Geremia in Ghetto Vecchio. Quando i veneziani sono stanchi delle autorità costituite vanno in questi tre luoghi segreti, e aprendo le porte che stanno nel fondo di quelle corti se ne vanno per sempre in posti bellissimi e in altre storie.”
Hugo Pratt, Corte Sconta detta Arcana

Hugo Pratt non ha mai fatto mistero di considerare Venezia il centro del mondo; e nel suo centro del mondo, tra corti sconte e antichi monumenti, giardini segreti ed echi di mondi lontani, passeggiava insieme agli amici più cari . Per chi lo accompagnava era impossibile restare indifferente al fascino della città, perché raccontata da Pratt, Venezia risplendeva in ogni minimo dettaglio, trionfante di bellezza e di mistero. Guido Fuga e Lele Vianello facevano parte della fortunata compagnia, e hanno voluto raccontare trent’anni di passeggiate attraverso sette itinerari : sette “porte” da attraversare per raggiungere calli e campielli segreti, scoprire scorci e panorami indimenticabili, gustare il meglio della cucina veneziana e allontanarsi finalmente dai classici flussi turistici, per perdersi dolcemente nel le affascinanti storie della città più bella del mondo.

Commenti

Autore


  • autore_img
    Hugo Pratt

    (Rimini, 15 giugno 1927 – Grandvaux, 20 agosto 1995) è il principale autore di fumetti italiano e tra i più importanti a livello mondiale. Artista versatile, grande viaggiatore, precursore del gr [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Lizard
    • Collana: HUGO PRATT
    • Prezzo: 17.00 €
    • Pagine: 232
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817033084

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...