La Montagna magica

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“L’opera di Taniguchi è tutta un invito a vivere col cuore puro, ed è per questo che i lettori la amano: perché li mette in contatto con il Piccolo Principe che è dentro di loro. Le emozioni fortissime trasmesse dalle sue storie restituiscono fiducia in un’umanità tenera, e ci avvolgono il cuore come una coperta calda e rassicurante.”
Stéphane e Muriel Barbery*
*Autrice de L’eleganza del riccio, edizioni e/o, 2007

La voglia di raccontare questa storia non è stata innescata da un avvenimento particolare ma, più in generale, dall’atmosfera piena di mistero della mia infanzia, che tento di restituire così come la ritrovo nei miei ricordi. […] Ho l’impressione di poter descrivere più fedelmente gli adulti quando li guardo dal punto di vista di un bambino e quindi di riuscire a trasmettere meglio, più semplicemente, questa visione al lettore. Ne La Montagna Magica cerco di mostrare ciò che i bambini vedono degli adulti e le cose importanti che gli adulti insegnano ai bambini. […] Non ne sono del tutto consapevole, ma quando costruisco le mie storie ho bisogno di creare come degli ostacoli, una sorta di muro che i personaggi incontrano e devono oltrepassare. Invece che una strada tutta dritta e ben tracciata, trovo necessario che ci sia una specie di montagna da scalare.
Jirô Taniguchi, Tokyo 2007

Due ragazzini, orfani di padre, e un’estate da passare coi nonni nella cittadina giapponese di Tottori; fuori dalla finestra, una montagna misteriosa che i bambini credono abitata da una terribile strega; nel cuore di Kenichi, undici anni, una nuova paura da combattere per amore della propria famiglia. Anche grazie all’aiuto di un magico, incredibile alleato.

“L’opera di Taniguchi è tutta un invito a vivere col cuore puro, ed è per questo che i lettori la amano: perché li mette in contatto con il Piccolo Principe che è dentro di loro. Le emozioni fortissime trasmesse dalle sue storie restituiscono fiducia in un’umanità tenera, e ci avvolgono il cuore come una coperta calda e rassicurante.”
Stéphane e Muriel Barbery*
*Autrice de L’eleganza del riccio, edizioni e/o, 2007

La voglia di raccontare questa storia non è stata innescata da un avvenimento particolare ma, più in generale, dall’atmosfera piena di mistero della mia infanzia, che tento di restituire così come la ritrovo nei miei ricordi. […] Ho l’impressione di poter descrivere più fedelmente gli adulti quando li guardo dal punto di vista di un bambino e quindi di riuscire a trasmettere meglio, più semplicemente, questa visione al lettore. Ne La Montagna Magica cerco di mostrare ciò che i bambini vedono degli adulti e le cose importanti che gli adulti insegnano ai bambini. […] Non ne sono del tutto consapevole, ma quando costruisco le mie storie ho bisogno di creare come degli ostacoli, una sorta di muro che i personaggi incontrano e devono oltrepassare. Invece che una strada tutta dritta e ben tracciata, trovo necessario che ci sia una specie di montagna da scalare.
Jirô Taniguchi, Tokyo 2007

Due ragazzini, orfani di padre, e un’estate da passare coi nonni nella cittadina giapponese di Tottori; fuori dalla finestra, una montagna misteriosa che i bambini credono abitata da una terribile strega; nel cuore di Kenichi, undici anni, una nuova paura da combattere per amore della propria famiglia. Anche grazie all’aiuto di un magico, incredibile alleato.

Commenti

Autore


  • Jiro Taniguchi

    nasce a Tottori, Giappone, nel 1947. Nel corso della sua carriera vince numerosi premi, tra cui l’Osamu Tezuka Culture Award (1998), l’Alph’Art al Festival del fumetto di Angoulême e, nel 2010, [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Lizard
    • Collana: LIZARD
    • Prezzo: 14.00 €
    • Pagine: 80
    • Formato libro: 24 x 17
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817031318

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...