Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Sofie e Abou

Rizzoli Lizard
Copertina di: Sofie e Abou

Lui è un rifugiato togolese che possiede
solo i vestiti che indossa. Lei è una
studentessa belga di buona famiglia.
Lui ha uno zio che l’ha messo sotto
tortura. Lei ha un papà amorevole…
E leggermente preoccupato. Sofie e
Abou, Abou e Sofie: nulla può fermarli.
Tranne la paura.

-Sofie, tutti gli alberi stanno morendo!
-Pffffffft, ahahah! È l’autunno, scemo! Ricrescono tutti in primavera.
-Walaï, che tristezza!
-Rattrista tante persone sai. È normalissimo. Ma aspetta che arrivi la primavera! Allora vedrai!

Sofie è una giovane studentessa belga innamorata di Abou, un richiedente asilo arrivato dal Togo. I genitori della ragazza reagiscono all’idillio con una certa circospezione, ma finiscono per cedere – seppur tra mille dubbi – al desiderio dei due ragazzi di vivere insieme; quando però Abou rischierà di venire espulso dal Belgio, la necessità di prendere decisioni importanti si farà sempre più impellente.
Tenera, appassionante graphic novel (in buona parte autobiografica) Sofie e Abou mette a nudo con grande humour – e altrettanta delicatezza – tutti i dubbi, le paure, i pregiudizi da cui, per quanto si sforzino, gli occidentali non riescono mai completamente a liberarsi; ma è anche un inno alla libertà e alla forza della famiglia, l’originale resoconto di un amore eccezionale e di una battaglia per la vita e per la libertà.