Valzer con Bashir

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


ALL’ULTIMO FESTIVAL DI CANNES HA COMMOSSO
E CONQUISTATO CRITICA E SPETTATORI COME
FILM D’ANIMAZIONE DI DEVASTANTE POTENZA
EMOTIVA. MA VALZER CON BASHIR È ANCHE
UN’INDIMENTICABILE GRAPHIC NOVEL CHE RICOSTRUISCE,
ATTRAVERSO L’ALTERNARSI SERRATO
DI DOCUMENTI E TESTIMONIANZE, LA MEMORIA
DI UNO DEGLI EPISODI PIÙ RACCAPRICCIANTI
DEL SECOLO APPENA TRASCORSO.

Beirut, 14 settembre 1982: il comandante capo delle Forze Libanesi Gemayel Bashir perde la vita in un attentato a opera di gruppi terroristi palestinesi. Due giorni dopo, i campi profughi di Sabra e Chatila vengono presi d’assalto dai più fanatici seguaci di Bashir, i falangisti cristiani, che vendicano la morte del proprio idolo trucidando centinaia di inermi palestinesi, tra cui donne, vecchi, bambini.
Ari Folman è un giovanissimo soldato dell’esercito israeliano, e il suo posto è tra i cerchi concentrici di militari che circondano il luogo della carneficina. Forse i razzi che hanno illuminato a giorno la ferocia dei falangisti sono partiti anche dalla sua postazione, ma lui non sa dirlo: vent’anni dopo nella sua testa non è rimasto un solo ricordo, né della notte del massacro, né dei combattimenti che l’hanno preceduta. Sarà l’incubo ricorrente di un amico a spingerlo verso i racconti e le testimonianze dei protagonisti dell’epoca, nel doloroso tentativo di riportare in vita la memoria di quei giorni terribili.
Valzer con Bashir è il resoconto profondo e sofferto – ma non per questo meno lucido – di uno dei momenti più atroci della nostra storia, il risultato di un approccio delicato, originale, alle assurdità della guerra.

ALL’ULTIMO FESTIVAL DI CANNES HA COMMOSSO
E CONQUISTATO CRITICA E SPETTATORI COME
FILM D’ANIMAZIONE DI DEVASTANTE POTENZA
EMOTIVA. MA VALZER CON BASHIR È ANCHE
UN’INDIMENTICABILE GRAPHIC NOVEL CHE RICOSTRUISCE,
ATTRAVERSO L’ALTERNARSI SERRATO
DI DOCUMENTI E TESTIMONIANZE, LA MEMORIA
DI UNO DEGLI EPISODI PIÙ RACCAPRICCIANTI
DEL SECOLO APPENA TRASCORSO.

Beirut, 14 settembre 1982: il comandante capo delle Forze Libanesi Gemayel Bashir perde la vita in un attentato a opera di gruppi terroristi palestinesi. Due giorni dopo, i campi profughi di Sabra e Chatila vengono presi d’assalto dai più fanatici seguaci di Bashir, i falangisti cristiani, che vendicano la morte del proprio idolo trucidando centinaia di inermi palestinesi, tra cui donne, vecchi, bambini.
Ari Folman è un giovanissimo soldato dell’esercito israeliano, e il suo posto è tra i cerchi concentrici di militari che circondano il luogo della carneficina. Forse i razzi che hanno illuminato a giorno la ferocia dei falangisti sono partiti anche dalla sua postazione, ma lui non sa dirlo: vent’anni dopo nella sua testa non è rimasto un solo ricordo, né della notte del massacro, né dei combattimenti che l’hanno preceduta. Sarà l’incubo ricorrente di un amico a spingerlo verso i racconti e le testimonianze dei protagonisti dell’epoca, nel doloroso tentativo di riportare in vita la memoria di quei giorni terribili.
Valzer con Bashir è il resoconto profondo e sofferto – ma non per questo meno lucido – di uno dei momenti più atroci della nostra storia, il risultato di un approccio delicato, originale, alle assurdità della guerra.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Lizard
    • Collana: LIZARD
    • Prezzo: 18.00 €
    • Pagine: 144
    • Formato libro: 24 x 17
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817029124
    • ISBN E-book: 9788858634899

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...