Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Zahra’s paradise

Rizzoli Lizard
Copertina di: Zahra’s paradise

“I nostri antichi re ci cavavano gli occhi.
Quelli nuovi vogliono staccare la spina a internet per eliminare il nostro riflesso.”

L’opera di due iraniani che faranno la storia: tutta la ferocia del regime di Teheran e tutto il coraggio necessario per combatterlo in un commovente graphic novel, un progetto internazionale costruito in tempo reale sul web e tradotto in tredici lingue.

“Avvincente e magnifico. Zahra’s Paradise è più di un graphic novel.
È la prova della ferrea volontà di un popolo pronto a qualsiasi cosa pur di rompere il giogo dell’oppressione.”
Reza Aslan, autore di No god but God

“Ti spezza il cuore… Non è una semplice storia sulla tirannia e sul dolore della perdita, ma una celebrazione della vita, e della voglia di viverla.”
Azar Nafisi, autrice di Leggere Lolita a Teheran

Ambientato in Iran dopo le elezioni-truffa del giugno 2009, Zahra’s Paradise è la storia della disperata ricerca del giovane Mehdi, scomparso nei gulag della Repubblica Islamica dopo la manifestazione che il 15 di quello stesso mese portò nelle strade di Teheran tre milioni di persone decise, nonostante i divieti governativi, a denunciare il presidente Ahmadinejad di brogli e a chiedere nuove elezioni presidenziali. Scaturito dalla necessità di ribellarsi a un sistema politico fondato sulla repressione, Zahra’s Paradise canalizza il dolore e la rivolta di un popolo oppresso attraverso la rete, potente cassa di risonanza capace di scuotere le coscienze e dissipare le foschie censorie della dittatura.
Pubblicato a cadenza bisettimanale sul sito plurilingue www.zahrasparadise.com, quest’opera impetuosa trova adesso ulteriore concretezza in un graphic novel che non può lasciare indifferenti.